Appena una settimana fa, Ho partecipato alla fiera del mobile di Colonia con la mia U.S.. partner del Rental Cort Furniture. Il mio amico di lunga data e acquirente per Cort - Ann Sennewald - mi aveva detto per molti anni a venire alla Fiera di Colonia. Ogni volta che è venuto alla Fiera del Mobile di Milano, lei continuava a “predicare” che mantra, ogni volta che ho brontolato circa il costo del mobile italiano. Diceva “Venite a Colonia – Colonia è quella di acquistare e Milano è quello di Rifatevi gli occhi!”. Così quest'anno sono andato! Il tempo era bellissimo! La cattedrale di Colonia è bella come il Duomo di Milano.

Mi sentivo come un apprendista presso un team di super-stelle da Cort. La mia squadra era composta da acquirenti professionali e di come la fortuna ho potuto ottenere! Ero entusiasta di essere con una tale gamma di esperti che ha anche dato suggerimenti gratuiti sui fornitori.

Quindi, con queste premesse in mente, una volta entrare mostra, Ho notato che c'erano meno persone in confronto alla Fiera di Milano. Sfondo rumore era basso e tutti girava lentamente. L'energia è stato disattivato e controllato.

D'altro canto, Salone del Mobile, in arrivo nel mese di aprile, ha un livello di energia diverso. E 'vero che la Fiera di Milano è molto più grande, ma che non è ciò che crea il livello di energia. Sono i fornitori che hanno adottato il modo italiano di fare le cose – essi “puntone”, come si stanno vendendo le loro merci! Forte di parlare gli uni sugli altri e un sacco di risate.

Questo accostamento è curioso, perché le merci sono gli stessi in entrambe le fiere di Colonia e Milano. I produttori non sono solo italiani ma danese, Gli americani, Inglese, ma c'è sicuramente qualcosa nell'aria di Milano che non esiste a Colonia.

A Milano, si balla il “Jitterbug” e di Colonia, fanno il lento “Waltz”! Un grande ringraziamento al popolo di Colonia per essere ottimi padroni di casa e darmi una tregua dal caos che si chiama Italia. Ci vediamo a Fiera del Mobile Milan!